A Brescia oggi si vola!

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricamento ... Caricamento ...

A Brescia oggi si vola!

Cronache e personaggi del circuito aereo del 1909 e dell’aviazione in terra bresciana.

Le cronache e i personaggi del circuito aereo del 1909 e dell’aviazione in terra bresciana sono state al centro delle ricostruzioni proposte mercoledì 16 settembre all’Università Cattolica.

A Brescia oggi si Vola!” è il primo evento organizzato dal Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Centenario dell’Aeronautica Italiana, voluto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e insediatosi il 15 luglio scorso a Roma. Il Presidente d’Onore del Comitato è il Ministro della Difesa, Ignazio La Russa, e il Presidente è Riccardo Bertollini, già Presidente Fondazione DNart, ente promotore di questo comitato.

Massimo Ferrari e Riccardo Bertollini hanno raccontato gli aneddoti, le curiosità e i personaggi che hanno caratterizzato la storia del volo italiano dal lontano 11 settembre del 1909, quando a Montichiari, Gabriele D’Annunzio, insieme con l’aviatore americano Glenn Curtiss eseguiva il primo volo, partecipando al primo Circuito Aereo Internazionale.
Nella piana di Montichiari, insieme al re Vittorio Emanuele, accorsero una pattuglia di intellettuali tra i quali Franz Kafka, Luigi Barzini, Giacomo Puccini. Fu un evento di portata storica poiché erano trascorsi solo sei anni dal primo volo dei fratelli Wright, l’aviazione era ancora in una fase sperimentale, rappresentando l’aspetto più avventuroso e spettacolare del progetto tecnologico.

2 Risposte a “A Brescia oggi si vola!”

  1. Aniello dice:

    Hanno fatto bertollini presidente del comitato del volo? Se ne cadono gli aerei!!

  2. Alessio B dice:

    Gentile signor Aniello, se NESSUNO lavorasse più per conto di certi personaggi forse qualcosa cambierebbe. Io ho già smesso. Ho già speso tante parole inutili con costoro, essi se ne fregano dei loro lavoratori e quindi i potenziali lavoratori devono fregarsene di coloro. Basta parole, passiamo ai fatti, anzi, ai NON fatti.

Lascia una risposta